• AWS Bici
  • AWS Bici
  • AWS Bici
  • AWS Bici
  • AWS Bici
  • AWS Bici

 

 


NOLEGGIO GRUPPI

E

TOUR GUIDATI

 

La ditta A.W.S. Bici è in grado di offrire un parco di 50 biciclette tra Mtb e Trekking per il noleggio singolo o di gruppo.

Inoltre organizza tour per visitare i monumenti e i posti più caratteristici della città con guida turistica, assistenza meccanica durante il tour e il trasporto delle biciclette nel luogo dove si voglia partire e arrivare.

Organizziamo anche tour a seconda delle proprie esigenze sia a Milano che fuori città.

Per i costi si dovranno concordare di volta in volta a seconda delle quantità bici, della durata del tour e se si usufruiranno dei vari servizi offerti.



 

 

VI ELENCHIAMO ALCUNE TIPOLOGIE DI PASSEGGIATE

 

MILANO E L'EXPO IN BICICLETTA


 



l 2015 sarà un’annata speciale per Milano: milioni di persone, provenienti da tutto il mondo, raggiungeranno
la città per visitare l’EXPO, un’occasione unica per scoprire le differenti culture presenti sul nostro pianeta.
L’Ecologia ed il rispetto per l’ambiente sono alcune delle tematiche fondamentali di questa rassegna, ecco
perché la bicicletta è il mezzo ideale per visitare la città e i suoi dintorni.
Le escursioni giornaliere in bicicletta a Milano e dintorni possono essere svolte ogni giorno dal primo maggio
al 31 ottobre; si effettuano con un minimo di 5 persone e con un preavviso di almeno 48 ore rispetto alla data
prescelta
Il ritrovo a Milano sarà, a seconda del tour, davanti alle stazioni ferroviarie. Per le escursioni con il treno
partenza e/o ritorno sono determinate dagli orari del treno.
Dettagli maggiori sul luogo esatto del ritrovo e sugli orari verranno dati durante la prenotazione.
Il pagamento avverrà sul posto direttamente all'accompagnatore. In caso di pioggia (ormai le previsioni
meteo nei due giorni precedenti sono attendibili) l’escursione verrà annullata.


ESCURSIONI  DISPONIBILI


Milano ed il suo centro storico  - km 25


Dalle aree in tumultuosa trasformazione ai parchi ed ai principali monumenti cittadini, senza escludere luoghi
poco conosciuti anche agli stessi milanesi. Si segue un itinerario in gran parte lontano dal traffico, alla
ricerca di percorsi ancora a misura di bici. Dalla Stazione Centrale un giro ad anello ci porterà tra l'altro al
Parco Sempione, ai Navigli, alla Piazza del Duomo, al Castello Sforzesco. Per finire il quartiere di Brera, i
Giardini Pubblici ed il ritorno alla Stazione Centrale.
Ritrovo davanti alla stazione di Milano Centrale, rientro nello stesso luogo

Milano e l'Expo 2015  - Km. 35-40


Itinerario alla scoperta dei grandi cantieri che stanno cambiando in maniera radicale il paesaggio urbano e la
skyline di Milano. In gran parte su piste ciclabili partiremo dalla Stazione Centrale per raggiungere la vicina
area di Porta Nuova-Garibaldi con la Torre Pelli e oltre il Parco Sempione quella del progetto City Life che
sta sorgendo sulle ceneri della vecchia Fiera Campionaria. In seguito, attraversando i grandi parchi urbani e
di cintura della zona nord-ovest della città stretti tra vecchie e nuove urbanizzazioni e infrastrutture,
raggiungeremo la Fiera di Rho e l'area dove verrà realizzata l'Esposizione Universale 2015.
Ritrovo davanti alla stazione di Milano Centrale, rientro nello stesso luogo oppure rientro in treno da Milano
Certosa a Milano Porta Garibaldi.


Il Parco delle Groane  - Km. 35

Villa Arconati, villa di delizia tra le più belle del Nord Milano, le pinete di Maria Teresa d'Austria,
testimonianze di archeologia industriale come le fornaci che hanno fornito i mattoni per la grande area
urbana milanese, le brughiere e i boschi. Tutto questo nel Parco Regionale più vicino a Milano e forse meno
conosciuto dai milanesi, miracolosamente salvato dall'attività estrattiva e dall'espansione edilizia degli anni
60 e 70 del secolo scorso. Partendo dalla stazione ferroviaria di Bollate Nord lo attraverseremo per tutta la
sua lunghezza lungo piste ciclabili in prevalenza sterrate e percorsi protetti. Prima di riprendere il treno del
ritorno avremo la possibilità di visitare (su prenotazione) la Strumentoteca di Birago, uno dei più grandi
musei di strumenti musicali di Europa, e l'Oratorio di Santo Stefano a Lentate sul Seveso dall'interno
interamente rivestito da uno straordinario ciclo di affreschi di scuola giottesca.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Cadorna, treno fino a Bollate Nord. Rientro in treno da
Camnago/Lentate a Milano Cadorna.

Monza ed il Parco  - Km. 35

La città "capitale" della Brianza, il Parco recintato più grande di Europa e l'Autodromo. Dalla Stazione
Ferroviaria attraverso il centro storico raggiungeremo la Villa Reale. Dalla Porta Monza entreremo nella
vasta area verde con le sue ville e le sue cascine ottocentesche. Se ce ne sarà la possibilità (e la volontà)
faremo una puntata all'interno dell'area dell'Autodromo. Il rientro in città avverrà costeggiando il Lambro che
attraversa il centro con scorci caratteristici. Alla Stazione ci sarà la possibilità di visitare la Sala d'Aspetto
Ritrovo davanti alla stazione ferroviaria di Monza, rientro nello stesso luogo


Il Naviglio della Martesana  - Km. 40


Il "fratello minore" dei più blasonati Pavese e Grande può vantare però il miglior percorso ciclabile di Milano
e dintorni. Dalla Stazione Centrale lo raggiungeremo alla Cassina de' Pomm, lo seguiremo attraverso la
periferia che si stempera nell'hinterland ed a poco a poco ci regalerà paesi sempre più tranquilli ed un
paesaggio sempre più agricolo fino ad arrivare sulle sponde dell'Adda a Groppello. Metteremo piede sulla
sponda bergamasca a Fara Gera d'Adda, poi Cassano con l'Isola Borromeo, il Castello, la Villa ed il bel
percorso alto sul fiume che ci condurrà alla Stazione Ferroviaria per riprendere il treno per Milano.
Ritrovo davanti alla stazione di Milano Centrale. Rientro in treno da Cassano d'Adda a Milano
Vittoria/Dateo/Venezia/Repubblica/Garibaldi

Il Canale della Muzza  - Km. 40

Il grande canale le cui acque irrigano gran parte del Lodigiano fin dal medioevo. Un percorso ciclabile
prevalentemente sterrato e poco frequentato costeggiando il canale da Cassano d'Adda ci porterà fino a
Lodi attraverso il tipico paesaggio agricolo della bassa padana. Visiteremo Cassano con il ricetto ed il
Castello, attraverseremo piccoli paesi e cascine per giungere infine al capoluogo di provincia dove
termineremo la pedalata attraversandone il bel centro storico.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Porta Garibaldi, treno fino a Cassano d'Adda. Rientro in treno da
Lodi a Milano Rogoredo/Lambrate/Porta Garibaldi/Greco Pirelli

Il Naviglio Pavese  - Km. 40

La via d'acqua che collegava Milano al Po ed all'Adriatico. Ripristinata la navigazione solo nel tratto urbano
milanese, rimane per ora ancora un sogno quello di navigare fino al mare. Quello che ci è consentito è,
partendo dalla Darsena, di percorrerne la strada alzaia in gran parte chiusa al traffico motorizzato che
attraverso la periferia sud della città guadagna finalmente il bel paesaggio agricolo della Bassa. Brevissima
digressione dal percorso e sosta d'obbligo alla Certosa di Pavia, insigne monumento nazionale. Alla fine
dell'alzaia a Pavia osserveremo il magnifico sistema di chiuse che collega il Naviglio al Ticino. Passeremo
dal Ponte Coperto e raggiungeremo la stazione ferroviaria attraversando il centro storico in gran parte
pedonalizzato.
Ritrovo davanti alla stazione di Milano Porta Genova. Rientro in treno da Pavia a Milano
Rogoredo/Lambrate/Centrale

Il Canale Villoresi  - Km. 40

Il canale derivato dal Ticino che dalla fine dell'800 ha reso fertile anche la pianura a nord di Milano.
Nell'attesa del completamento del percorso ciclabile su tutti gli 86 chilometri dal Ticino all'Adda,
percorreremo il tratto al momento meglio attrezzato, quello da Monza a Parabiago. Dalla città della Corona
Ferrea ci immergeremo nel paesaggio tipico del Nord milanese che alterna tratti densamente urbanizzati ad
aree verdi ed agricole. Tra Senago e Garbagnate attraverseremo il Parco Regionale delle Groane per
giungere poi a Lainate con la sua splendida Villa Litta Borromeo e i suoi famosi giochi d'acqua. Ancora una
decina di chilometri seguendo il filo d'acqua del canale, lambiremo Nerviano e arriveremo infine alla città
delle calzature.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Porta Garibaldi, treno fino a Monza. Rientro in treno da Parabiago a
Milano Porta Garibaldi.

Il Parco del Ticino Piemontese  - Km. 35

Meno conosciuto e frequentato del dirimpettaio Parco del Ticino Lombardo, vanta un'ottima rete di percorsi e
strade sterrate ciclopedonali che attraversano risaie, boschi e zone umide. Partiremo dalla stazione
ferroviaria di Trecate e dopo alcuni chilometri in mezzo alla risaie scenderemo nella valle superando il
terrazzo alluvionale solcato dal Naviglio Langosco e Sforzesco. Proseguiremo in mezzo a fitti boschi alternati
ad aree coltivate e attraversando canali e rogge, spesso saremo a contatto con le lanche ed il vasto alveo
fluviale. In questi ambienti con un pò di fortuna avremo la possibilità di osservare una ricca avifauna, in
particolare germani reali, cormorani, garzette e aironi. Risalito il terrazzo alluvionale e riguadagnato il piano
della campagna supereremo la Centrale Elettrica dei primi del Novecento e raggiungeremo Vigevano. Prima
di riprendere il treno del ritorno non mancheremo di visitare la famosa Piazza Ducale, considerata una delle
più belle d'Italia.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Porta Garibaldi, treno fino a Trecate. Rientro in treno da Vigevano a
Milano Porta Genova.

La Bassa Bresciana  - Km. 45

Qui l'agricoltura ha mosso i suoi primi passi con le bonifiche e la centuriazione romana, il nostro percorso
seguirà in buona parte antiche strade campestri in parte sterrate che costituivano il reticolo generato dalla
importante Via del Cardo Romano che collegava Brescia a Cremona. Dalla stazione ferroviaria di Brescia
guadagneremo la periferia sud della città su piste ciclabili e dopo Flero raggiungeremo il Monte Netto,
curiosa elevazione collinare isolata nella pianura e ricca di vigneti. Dopo Capriano del Colle torneremo a
pedalare nella pianura in un labirinto di corsi d'acqua e vaste coltivazioni di tanto in tanto inframezzate da
piccoli boschi. Attraverseremo piccoli paesi e antichi nuclei come Corticelle Pieve, Cadignano e Scorzarolo
con il suo magnifico complesso rurale già monastero Domenicano. A Verolanuova non potremo mancare il
Duomo con le sue enormi tele, autentici capolavori del Tiepolo. Attraverso il Parco dello Strone giungeremo
a Pontevico, sulle sponde dell'Oglio. La stazione ferroviaria per il ritorno ci attenderà dall'altra parte del
fiume.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Porta Garibaldi, treno fino a Brescia. Rientro in treno da Pontevico a
Milano Lambrate/Centrale con cambio a Brescia.

Il Canale Vacchelli e i Navigli di Cremona  - Km. 45


Queste opere di ingegneria idraulica, costruite a partire dal medioevo e fino alla fine dell'Ottocento, sono
state e sono tuttora fondamentali per l'irrigazione della campagna cremonese. Vantano sui loro argini
percorsi ciclabili in gran parte sterrati, meno conosciuti e frequentati rispetto ai navigli milanesi ma di grande
fascino, tranquillità e immersi in un paesaggio di una varietà soprendente. Dalla stazione ferroviaria di
Crema faremo una puntata nel gradevole centro storico ed uscendo in direzione est attraverseremo il Serio e
in breve tempo raggiungeremo il Canale Vacchelli. Da questo momento il nostro percorso fino a Cremona
sarà costantemente segnato dal paesaggio agricolo e dalla presenza dell'acqua. Transiteremo dalla Tomba
Morta, importantissimo e straordinario nodo idrografico della rete irrigua cremonese tra Serio e Adda.
Seguendo l'argine del Naviglio Grande giungeremo quindi a Casalbuttano con l'imponente chiesa
parrocchiale. La Torre Campanaria è seconda in altezza solo al Torrazzo di Cremona, il simbolo svettante
della città che incominceremo a scorgere di fronte a noi uscendo dall'abitato e seguendo il tracciato del
Naviglio Civico. Se resterà tempo prima del treno del ritorno sarà possibile una visita alla Piazza del Duomo,
capolavoro dell'architettura medievale.
Ritrovo davanti alla biglietteria di Milano Porta Garibaldi, treno fino a Crema con cambio a Treviglio. Rientro
in treno da Cremona a Milano Rogoredo/Lambrate/Centrale


------------------------------------------------
Caratteristiche


Tipo di viaggio  di gruppo, con accompagnatore italiano
Partenze  ogni giorno dal primo maggio al 31 ottobre; si effettuano con un preavviso di almeno 48 ore
rispetto alla data prescelta
Durata del viaggio  1 giorno
Livello di difficoltà  molto facile
I percorsi sono interamente su piste ciclabili, su strade minori con scarsissimo traffico, nei parchi,
completamente in sicurezza, adatti anche ai bambini; ci sono anche alcune strade sterrate in ottime
condizioni; la velocità sarà lenta, le soste numerose.
Km totali  da 20 a 45, a seconda del percorso scelto
Tipo di bici  city bike o da turismo


Quota 2015 a persona
Quota di partecipazione  € 15.00

La quota comprende
Accompagnatore italiano in bicicletta
Spiegazioni dettagliate dei luoghi visitati
Assistenza per eventuali problemi con la bici
Assicurazione medico/bagaglio 24 ore su 24
Visite come da programma
Quota d'iscrizione
Assicurazione medica

La quota non comprende
Il viaggio per raggiungere le località di ritrovo e ritorno
Il noleggio delle bicicletta
I pranzi e le cene
Le bevande ai pasti
Eventuali spostamenti in treno
Le visite e gli ingressi
Le mance
Gli extra di carattere personale
Tutto quanto non specificato sotto la voce “la quota comprende”
Supplementi a persona


Noleggio bicicletta € 12.00 


A richiesta
Preventivi per gruppi precostituiti (CRAL – associazioni – amici - scuole)
Prenotazioni
Necessaria la prenotazione telefonica  011 4372057 o via email : info.dueruotenelvento.com  almeno 48 ore prima rispetto alla data prescelta.

Pagamento in loco

 

PISTE CICLABILI A MILANO E DINTORNI

 

CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE I VARI PERCORSI DAL SITO.. PISTE CICLABILI.COM
 

Sabato, 24. Giugno 2017

AWS Bici - via Ponte Seveso, 33 20125 MILANO - Partita IVA 012345678901